Università degli Studi di Torino • Facoltà di Agraria • Comune di Sanremo

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie“Realizzazione e gestione delle aree verdi”

Serate con l’Università… a Sanremo – 2012/2013

Con il patrocinio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Imperia

22 Novembre
Museo Civico di Palazzo Borea d’Olmo, Via Matteotti 143 Sanremo – ore 18.00
Madre Terra: alimentazione, agricoltura, ecosistema.
Suoli agricoli: uso, non uso, abuso e consumo
Relatore: Pierfranco MOLINARI, Presidente Club UNESCO di Sanremo (IM)
Moderatore: Maria Paola AZZARIO CHIESA, Presidente Centro UNESCO di Torino
“Come l’agricoltura ha risolto il problema dell’alimentazione per l’uomo. Dall’uomo cacciatore e raccoglitore all’uomo agricoltore. Il passaggio da un’agricoltura di sufficienza ad un’agricoltura industriale. L’arrivo del capitalismo nella produzione agricola. La ” Rivoluzione verde ” dal 1950 in Europa. Le chiavi di un successo inatteso da molti e l’analisi dei suoi limiti : il prezzo pagato in termini di sfruttamento dell’ambiente e delle sue risorse. Parliamo dell’impronta ecologica degli abitanti del pianeta terra.
Oggi nuove risposte si rendono necessarie ma il problema di fondo rimane che per fare il cibo ci vuole la terra. E’ indispensabile conoscere quanta terra occorre per produrre il cibo e quanto cibo consuma l’uomo. Quest ‘analisi è però resa difficile dal fatto che i due fattori in gioco, quantità di terra e di cibo necessario, sono soggetti a dinamiche di portata globale in continua evoluzione: parliamo di furto , consumo, inquinamento della terra e delle risorse idriche, di cambiamenti climatici, di incremento demografico, di cambiamento delle abitudini alimentari con l’aumento dei consumi di carne, di cibi fuori stagione e di cibo sprecato.
Un proverbio africano recita: Una generazione coltiva un albero, quella successiva ne gode l’ombra. Per far si di non diventare la generazione che invece l’albero lo taglia bisognerà raccogliere e fare nostro l’appello lanciato già nel 1972 dal Club di Roma nel ” Rapporto sui limiti dello sviluppo ” commissionato al MIT che richiamò all’attenzione della comunità internazionale il concetto fondamentale che lo sfruttamento delle risorse naturali non può essere infinito e che la crescita economica infinita è in contrasto con le leggi della natura.
Stiamo registrando una serie di segnali che ci dicono che si è rotto l’equilibrio tra l’uso delle risorse e la loro capacità di rigenerarsi. L’agricoltura, occupando il 70% circa delle terre emerse, diventerà la custode del futuro del pianeta e giocherà un ruolo diretto e fondamentale nella conservazione delle risorse naturale di terra ed acqua, nel controllo della biodiversità, nella lotta all’inquinamento idrico e del cambiamento climatico.
Da un approccio globale all’esame della situazione locale. La produzione alimentare della Liguria e del Ponente. Le eccellenze , i punti di forza e zone d’ombra. Le opportunità da sfruttare del territorio locale.”
Pierfranco Molinari
SEGUE TAVOLA ROTONDA CON:
Giuseppe PANEBIANCO, Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Imperia
Enrico ZELIOLI, Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Imperia
Seminario realizzato per la Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2012

Cliccare sul titolo per la locandina.

  • Locandina Serate con l’Università 12-13 mini.pdf