Miei cari colleghi mi scuso se quest’anno ho dato buca con gli auguri di Natale che mi ero impegnato con il nuovo Consiglio a formularvi, ma mi autoassolvo in quanto sono riuscito a resistere ad una crisi di nervi susseguente al fatto che avevo programmato di dedicare giovedì 24 per farlo in tranquillità e relax ma, malgrado avessi presenziato ad una messa il giorno 22 con tanto di Vescovo celebrante che ha perdonato tutto a tutti i presenti, ripetutasi il 23 con la benedizione della prima pietra al porto di Ventimiglia, mi si è rotto il computer, (cosa che ovviamente succede quando come la vigilia di Natale, non c’è nessuno disponibile ad intervenire! ), si è interrotta causa la pioggia diluviante giorno e notte la linea telefonica di casa internet compreso e per completare il mio cellulare è finito sotto il sedile della macchina e …..l’FBI non era disponibile per cercarlo! A completare il mio stato di “calamità naturale” la nostra Federica è ammalata a letto con l’influenza. Se individuo chi ci ha fatto la “macumba” sta fresco ed intanto nell’attesa, per questa specie di catastrofe, spero quindi di essere perdonato!
Allora, pur non essendosi ad ora modificatasi lo stato di dissesto precedente salvo il ritrovamento del cellulare, mi sono messo a scrivervi sul mio antico portatile di riserva (wind