Gentili colleghi,
il nostro Ordine provinciale ha più volte sollecitato la soluzione di un problema grave quale quello dell’inottemperanza ad una disposizione legislativa nazionale (in capo alle Regioni) per il rilascio dell’autorizzazione preventiva per costruzioni in zone sismiche di cui al D.P.R. 380/01 e alla L.R. 29/83 come modificata dalla L.R. 50/2012, senza aver avuto alcuna adeguata risposta nonostante i ripetuti (ed inutili) incontri con il Dirigente e l’Assessore competente e le richieste di intervento inviate in data 13 maggio 2014 al Presidente della Giunta Provinciale e al Presidente della Giunta Regionale.

Con sconcerto si riceve oggi una proposta (che si allega alla presente), con la quale l’Amministrazione Provinciale chiede di dare riscontro ad un indagine esplorativa trasmettendo un elenco di iscritti, con esperienza in materia, interessati a collaborare a titolo gratuito, con funzioni consultive, all’istruttoria delle pratiche.

Il Consiglio dell’Ordine ritiene che la proposta sia provocatoria ed offensiva, non solo per la nostra categoria professionale, ma per tutta Pubblica Amministrazione.

La risposta dell’Ordine, in allegato e in pubblicazione sul sito, costituisce diffida alla Provincia ad assegnare incarichi di collaborazione a titolo gratuito e agli iscritti ad assumere tali incarichi.

Si invita contestualmente la Provincia ad individuare tempestivamente soluzioni efficaci all’interno degli strumenti a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni e a rispettare il termine di legge per il rilascio dell’autorizzazione sismica, onde evitare il ricorso al Presidente della Giunta Regionale (comme 3, art. 94, D.P.R. 380/01) per il quale l’Ordine intende supportare i propri iscritti, ove decorran